Ridere degli altri. Umorismo e insulti nella letteratura greca e romana

Anna Ferrari

Abstract


Il testo si propone di indagare i meccanismi atti a suscitare il riso presenti nelle espressioni ingiuriose  del mondo antico, sia  greco sia romano. Dopo una breve introduzione lessicale sui diversi termini che contrassegnano l’insulto in latino e in greco, vengono esaminate le diverse tipologie dell’oltraggio, che vanno dal ricorso a espressioni grevi, al riferimento ai popoli stranieri sentiti come inferiori, dai paragoni con animali e piante, alla derisione delle caratteristiche fisiche e comportamentali delle vittime dell’oltraggio. Quindi si accenna agli accorgimenti retorici sottesi alle ingiurie, nonché agli strumenti funzionali alla derisione del prossimo. Tra questi ultimi sembra di poter riconoscere una rilevante importanza alla costruzione di immagini dal forte sapore evocativo, capaci di suscitare il riso, peculiari di una società che alla dimensione visiva conferiva un ruolo di primo piano nelle sue strategie comunicative.

Keywords


Animali, Immagine, Insulto, Mitologia, Retorica, Riso, Straniero, Umorismo

Full Text:

PDF (Italiano)

Refbacks

  • There are currently no refbacks.